Barlow Seben 3x

barlow1

La Barlow Seben 3x

L’azienda tedesca Seben importa dall’Estremo Oriente materiale ottico vario, tra cui telescopi e accessori per astronomia, ad un costo bassissimo. Ho avuto occasione di usare diversi prodotti di questa marca, alcuni molto validi altri meno, ma quasi tutti di qualità dignitosa e talvolta superiore a quella che il prezzo di vendita avrebbe fatto presagire. E’ il caso, ad esempio, di questa Barlow 3x con vetri ED multitrattati, in vendita su diversi siti di e-commerce a meno di 30 euro. E’ lunga 13.2 mm, solo 5 mm meno della classica Vixen 3x, ed è perciò classificabile come Barlow “lunga”. La forma della parte inferiore fa sì che sia poco adatta all’uso coi diagonali, salvo quelli a specchio da 2 pollici, mentre è perfetta per i riflettori newtoniani, per la visione diretta o come moltiplicatore di focale in fotografia. La costruzione è economica – ad esempio è presente una vite di serraggio invece di un anello – ma abbastanza curata, senza parti grossolane o lavorate in modo approssimativo. Il doppietto è costituito da un elemento convergente rivolto verso l’obiettivo e uno divergente verso l’oculare.

Ho provato questa Barlow contro la Vixen 3x – che reputo essere la migliore mai prodotta tra quelle che non fanno uso di vetri speciali – e sono rimasto davvero sorpreso di constatare come le prestazioni della Seben siano perfettamente sovrapponibili a quelle della lente giapponese: a f/5, col mio riflettore newton, non ha infatti manifestato né aberrazione cromatica laterale né aberrazione sferica o un qualsivoglia degrado delle immagini. Al contrario, oculari semplici come gli ortoscopici, i Kellner o gli Erfle, accoppiati alla Seben vedono incrementare considerevolmente il campo corretto e realmente fruibile. Con oculari di focale maggiore di 20 mm si osserva una certa vignettatura, caratteristica questa anche della Vixen e in genere di tutte le Barlow non telecentriche. Ottime anche la protezione dai riflessi parassiti e dalla luce diffusa, grazie anche alla presenza di un diaframma interno al tubo e nonostante le lenti del doppietto non siano annerite ai bordi. (R.B.)

Le lenti mostrano un marcato trattamento antiriflessi di colore verde. L'apertura libera è di 15 mm.

Le lenti mostrano un marcato trattamento antiriflessi di colore verde. L’apertura libera è di 15 mm.

barlow3

I commenti sono disattivati