Oculare Tecnosky XWA 9 mm 100°

di Raffaello Braga

Ho avuto in prova da Tecnosky srl questo oculare con 100° di campo apparente, schema ottico a 9 elementi, trattamento FMC su tutte le superfici aria/vetro e doppio barilotto 31.8/50.2 mm. Per proteggere i componenti ottici interni l’oculare è riempito con azoto e sigillato. La focale di 9 mm è particolarmente interessante: con strumenti di focale medio-corta, tra 500 e 1000 mm, offre infatti un ingrandimento e un campo ottimali per l’osservazione di dettaglio di molti oggetti del cielo profondo, mentre con telescopi di focale maggiore risulta particolarmente indicato per gli ammassi globulari e altri oggetti compatti, ma anche per l’osservazione “panoramica” della Luna.

1

Il Tecnosky XWA 9 mm pesa 596 grammi, è interamente in alluminio anodizzato eccetto il rivestimento del paraluce estraibile e della sezione gommata che serve ad una presa sicura. Il barilotto da 2 pollici si può svitare scoprendo l’estremità da 31.8 mm, entrambe filettate per ricevere i filtri standard e dotate di tappi.

3

Ho provato l’oculare dapprima col mio newton a f/5 trovando la correzione complessiva davvero molto buona, anche se ovviamente non a livello degli oculari di alta gamma. Partendo dal centro del campo e andando verso la periferia le aberrazioni dell’oculare – aberrazione cromatica laterale e astigmatismo – iniziano a manifestarsi a circa metà della distanza tra centro e bordo, ma diventano veramente evidenti solo oltre i 2/3 della stessa, dove si nota anche la coma dell’ottica principale e la curvatura di campo non compensata. L’immagine della Luna, ad esempio, rimane nitida per circa 65° di campo prima di degradarsi percettibilmente. La distorsione angolare è stata ottimamente corretta su quasi tutto il campo.

La lente superiore mostra un bel trattamento antiriflessi multistrato di colore verde, una caratteristica comune dei prodotti cinesi. Il cating è applicato su tutte le superfici aria-vetro e i bordi delle lenti sono anneriti.

La lente superiore mostra un bel trattamento antiriflessi multistrato di colore verde, una caratteristica comune dei prodotti cinesi. Il cating è applicato su tutte le superfici aria-vetro e i bordi delle lenti sono anneriti. L’opacizzazione interna mi è sembrata efficace.

Passando dal newton ad un refrattore a f/7 le aberrazioni vengono un po’ mitigate e le immagini risultano accettabili per gran parte del campo. In particolare si nota che la curvatura di campo risulta ulteriormente ridotta ma vicino al field stop c’è ancora della coma dovuta all’obiettivo. Questo risultato dipende ovviamente anche dall’ottica principale, nel mio caso un semplice doppietto aplanatico, con obiettivi di progetto differente anche i risultati saranno diversi.

Osservando la Luna si apprezza un sufficiente abbattimento della luce diffusa e delle immagini fantasma, benché la complessità dello schema ottico ne renda impossibile la soppressione totale. 

4

Come la maggior parte degli oculari, anche l’XWA 9 mm lavora abbastanza bene con le lenti di Barlow, più con quelle lunghe che con quelle corte. Inserendo nel newton a f/5 una lente di Barlow 2x di -14 cm di focale, il campo apparente dell’oculare viene interamente conservato e il field stop risulta solo leggermente meno nitido. La correzione complessiva migliora ulteriormente, in particolare l’astigmatismo si riduce e la curvatura di campo diviene quasi impercettibile, ciò che permette di “passeggiare” sulla Luna ad alto ingrandimento godendo di una visione davvero spettacolare in quanto i dettagli della superficie restano nitidi fino al bordo. Buoni risultati li ho ottenuti anche con la Baader Hyperion portata a 2.75x, con la Vixen 3x e con la Tecnosky 3x, ma diminuendo la focale della Barlow l’aberrazione cromatica laterale aumenta leggermente.

L’estrazione pupillare dichiarata è di 15 mm, ma nell’uso ho avuto l’impressione che fosse leggermente minore. Comunque non ho avuto alcuna difficoltà ad apprezzare l’intero campo visivo, ovviamente occorre ruotare l’occhio per osservare tutto il field stop. 

Il mio giudizio su questo oculare non può che essere positivo, e considerando le alternative di mercato trovo che abbia un rapporto prestazioni/costo molto favorevole. Ringrazio Tecnosky per avermi dato l’opportunità di provarlo.

 

I commenti sono disattivati